Help Baggiani!


dimora.gif




Il calendario 2003








Elettrosmog
Cosa deve fare Baggiani?

Far crescere l'edera sul traliccio
Mettere una carica esplosiva
Assumere l'avv. Ghedini
Utilizzare il traliccio per il jumping
Vendere la casa a H3G


Current Results

Help Baggiani gadgets!
Quali di questi gadgets vorresti trovare a Natale?

Il calendario di Umberto e Alessandra
Il DVD con i video di Help Baggiani!
Il salvadanaio con la faccia di Umberto
Il plastico incendiabile
L'agenda 2003-2006
Il coltellino salta metal detector
La stress ball con la faccia di Umberto
Il poster di Umberto piccino


Current Results
Umberto Baggiani all'Elba
Ha fatto bene ad andarsene?

Si, se avessi la moto lo farei anch'io
Si, ma con veri motociclisti
No, non si lascia Antonella da sola
No, dovrebbe occuparsi della casa


Current Results

NoDialer.gif

Saturday, December 11, 2004


The End

Alla fine dei giorni
il monte del tempio di Jhwh
si ergerà sulla cima dei monti,
sarà al di sopra dei colli:
a esso affluiranno tutte le genti.
Verranno tanti popoli, dicendo:
"Venite, saliamo
sul monte di Jhwh,
al tempio del Dio di Giacobbe,
affinché ci indichi le sue vie
affinché camminiamo sui suoi sentieri".
Casa di Giobbe, venite, venite,
cammineremo nella luce di Jhwh.

(Isaia 2,1-5)

Tutte le cose belle hanno una fine.
Ed anche Help Baggiani ha una fine.
Umberto e Alessandra ormai abitano la casa.
Li abbiamo seguiti per tutto questo tempo, dall'agosto 2002 quando stavano concependo questa grande avventura, fino a qualche mese fa quando sono finalmente entrati nella casa.
Li abbiamo seguiti nella loro follia dimostrandoci ancora più folli, li abbiamo sostenuti nei momenti in cui potevano perdere le forze, li abbiamo criticati ma anche incoraggiati.
Li abbiamo divertiti quando la tristezza li avvinceva, presi un po' in giro quando rischiavano di essere troppo seriosi, indicato una strada quando potevano smarrirsi tra le tante vie.
Soprattutto abbiamo fatto in modo che tutti gli amici potessero seguirli, abbracciarli, condividere con loro questa storia.
Ora hanno la loro casa. Ma l'idea della casa che volevano non c'è più, perché ora c'è la casa. Le idee come le speranze sono destinate a mutare, a rigenerarsi o a volte scomparire.
La casa aperta agli amici era un'idea, giocosa e folle.
La casa di mura, inacessibile e protetta, è la realtà.
Lasciamo Umberto e Antonella nella loro casa.
Della loro storia faremo una barchetta di carta e la abbandoneremo nel mare di internet, un monito per tutti coloro che - come i Baggiani - idealizzeranno la loro vita nella casa che non c'è.
the_end.bmp

Non ci vogliamo prendere la responsabilità di cancellare subito la storia di Umberto e Antonella.
Così abbiamo fatto in modo che questo spazio web verrà cancellato alla millesima visita da questo momento.
Potresti essere stato tu, con il tuo accesso, a cancellare questa storia da internet.

Tuesday, November 30, 2004


Cui prodest?

La casa l'hanno ormai costruita e ci abitano, la festa bene o male l'hanno fatta, che senso ha che Help Baggiani esista ancora?
Annarita


Cara Annarita, hai perfettamente ragione. E' che ci eravamo proprio dimenticati di Umberto e Antonella. Tra breve, quindi, il finale.

Friday, October 15, 2004


La festa baggianica: report

Rusticani non civiles
semper erunt et sunt viles
Rusticani sun fallaces
sunt immundi, sunt mendaces


Paul.jpg


Abbiamo lasciato decantare gli umori, rischiando di farne uno yogurt, prima di raccontare della festa baggianica.
E nonostante questa attesa, faremo fatica a scrollarci le nostre perplessità.
Ma ci proveremo.

La festa è iniziata al mattino con un imperativo categorico: nessuno deve entrare in casa! (video 1)
Abbiamo visto scene che credevamo dimenticate dai tempi della mezzadria.
La casa padronale e i villani fuori, che sporcano.
Ma c'era un suo fascino in tutto questo: chi riusciva ad entrare in casa, anche solo per pisciare, si sentiva davvero appagato. Diverso. Quasi più bello.(video 2)

Umberto lavorava come un negro alle braci, forse pensando che gli ospiti fossero lì solo per mangiare, quando invece volevano piuttosto divertirsi e festeggiare il tanto atteso evento, la casa finalmente abitata, il lieto fine dell'epica vicenda dei Baggiani.
La festa invece stava procedendo mosciamente (i divieti si sa inibiscono) quando per fortuna hanno attaccato The Professionals, vivacizzando a dovere il pomeriggio.(Video 3 e Video 4)
Il tutto sempre rigorosamente in giardino.
Alla fine, com'era prevedibile, una folla sempre più numerosa, una diga umana, ha vinto ogni difesa ed ha cominciato ad entrare in casa. Molti hanno cercato di mettersi a loro agio soprattutto per rendere un po' più simpatica l'intransigenza di Alessandra (Video 5 e Video 6). Ma tutto si è svolto con ordine e civiltà, senza sporcare nulla. Quasi nulla, se non consideriamo la birra versata sulle scale dalla sorella di Alessandra che, per tale ragione, riteniamo non debba rientrare nelle statistiche negative ufficiali dell'evento.
Unico incidente della giornata filata comunque via piacevolmente è stata la goliardata di un ospite che ha voluto mettere a soqquadro la camera di Umberto e Antonella. Questo fatto ha gettato nello sconforto Alessandra e caricato di adrenalina Umberto (e anche il gatto, fuggito poi nei campi).
Non vogliamo dare giudizi sul gesto dell'anonimo autore, solo sottolineare che i coniugi Baggiani hanno subito sospettato lo staff di Help Baggiani.
Cioè gli stessi che per tutto questo tempo li hanno sostenuti e che per la festa avevano appositamente preparato le nuove magliette celebrative! Incredibile a credersi ma è andata così.

Paul.jpg

E l'anonimo autore è rimasto nell'ombra a godersi il trambusto creato.
Molti ormai sanno di chi si tratta, mentre ignaro ancora è Umberto, al quale dedichiamo queste righe:

Non è il cane floreale di Bilbao
nè il prete ortodosso delle Russie
Non mitologico ma micologico
colui che per il tuo bene non vorresti
mai in quel terzo piano incontrare.


E così la festa del giardino è andata spegnendosi alle prime ombre del tramonto, quando ormai anziani e bimbi se n'erano andati da un pezzo, la band si era ammutolita ed iniziavano silenziosamente i lavori di sistemazione.
Intanto Alessandra, in casa con pochi fidati amici, apriva le bottiglie migliori.
Ed anche il gatto, placato ogni timore, finiva il proprio girovagare nei campi ritornando nel giardino.

Le luci si spengono. Dissolvenza sul bosco.
Il buio prevale e domina ogni isteria.

Paul.jpg

Le altre foto nella sezione Festa 2004.

Monday, September 20, 2004


La festa è finita, gli amici se ne vanno...

Eh si, si è conclusa la tanto attesa festa Baggianica in una fantastica giornata di fine estate.
Ci sono molte cose da dire, tante foto e filmati da pubblicare.
Ci vorrà un po' di tempo per preparare e mettere insieme tutto questo materiale, che pubblicheremo la prossima settimana. E daremo anche degli indizi che potranno rivelare, alle menti più acute, l'autore dello spiacevole atto teppistico nella camera di Umberto e Alessandra. Possiamo solo dire che è stato il maggiordomo...
Naturalmente chi c'era alla festa ci mandi impressioni e foto di questa straordinaria giornata Baggianica.

Chi, infine, volesse comprare le nuove magliette di Help Baggiani e tutti gli altri gadget, può farlo nel nel Gadget Shop di Help Baggiani.
Rimanete sintonizzati!

t-shirtHB.gif


Friday, September 17, 2004


Forum

Abbiamo aperto questo forum, tanto per scaldarvi fino a domenica...

Thursday, September 16, 2004


Divinazione baggianica

Che Umberto fosse una persona fortunata, l'avevamo capito ormai da un pezzo. Una bella e brava moglie, una bella e spaziosa casa, un lavoro invidiabile e rilassante.
Ma stavolta non pensavamo che la sua buona stella uscisse così prepotentemente.
Ci stiamo riferendo alla situazione meteo prevista per domenica prossima, il D-Day, il giorno della festa di inaugurazione del giardino.
Il tempo si era messo davvero male, con temporali e acquazzoni continui. E in caso di maltempo, la festa sarebbe stata annullata, perché essendo la festa del giardino non è previsto di poter entrare in casa.
E invece, ecco qui le previsioni meteo per domenica prossima:


meteo.gif

Notate come il maltempo viene spedito al sud lasciando il giardino di Umberto sotto un sole limpido e cocente. Una gran botta di culo, bisogna riconoscerlo!
Quindi tutto confermato, domenica 19 settembre l'inaugurazione del giardino dei Baggiani è confermata!

Non che con questo tutti i problemi siano risolti.
E' giunta voce che tra Umberto e Antonella ci siano state delle incomprensioni, delle piccole discussioni, degli scazzi insomma sugli ospiti da invitare.
E' una notizia alla quale non vogliamo credere. Pare infatti che secondo Umberto e Antonella gli ospiti previsti fossero un centinaio ma le adesioni raccolte indicassero una trentina di persone in più. E quindi pare (ripetiamo, pare) che Alessandra si sia trovata in difficoltà nell'invitare altre persone alle quali ci teneva particolarmente. Situazione davvero spiacevole.
Per quanto ci riguarda vogliamo tranquillizzare Umberto e Alessandra: le nostre previsioni sono di circa 150/180 persone, con punte nel primo pomeriggio di circa 200 persone.

grafico.jpg

Persone, non animali. Quelli sono conteggiati a parte. Quindi non preoccupiamoci delle 10 o 15 persone in più. I numeri sono ben altri. Altrimenti Baggiani fa la figura di Tremonti.

Ultima annotazione. Ricordate il sondaggio effettuato dopo la prima festa baggianica?

sondaggio.jpg

Chissà se Umberto ha tenuto conto dell'esito del sondaggio, dell'opzione più votata (35%). E se terrà conto anche della seconda (18%).

Thursday, September 09, 2004


Ancora adesioni

Oltre alle adesioni, arrivano anche dei contributi fotografici che ci possono far immaginare come andrà a finire la festa dei Baggiani:

Ecco le mie previsioni dopo la festa del 19 Settembre... velo " curo " il vostro gatto
Jean Paul



GATTO.jpg


Ed ancora:

Shakespeare :
Nella gelosia c´è più egoismo che amore ?
Properzio :
La gelosia è il pepe dell´amore: un pizzico gli dà più sapore.
F. de la Rochefoucauld:
Nell´amore non bisogna mai affrettare il piacere troppo, rende il piatto
immangiabile!
Byron:
Solo da quando amo la vita è bella; solo da quando amo so di vivere!

A CHE ORA INCOMINCIA LA FESTA DOMENICA 19 SETTEMBRE
???????????????????????????
COMUNQUE , IO VENGO
....A PROPOSITO ............. SE TUTTI PORTANO QUALCHE COSA ..........IO
POSSO PORTARE LA SORELLA DI MIO COGNATO?????????
(Embedded image moved to file: pic15884.pcx) CIAO !!!!!!!!!!!!!!!!!
GIANPAOLO..............



alex 6.jpg


Friday, September 03, 2004


Adesioni alla festa dei Baggiani

Un mare di fantastiche adesioni, finora. Ed è un'onda che cresce, cresce, cresce sempre di più!

Che bella idea! Io però ho un problema: se vengo devo portarmi dietro due ospiti mia orella americana e suo moroso che vengono a trovarmi proprio in quei giorni..
P.S: ma il 19 è una domenica (?) la festa è di giorno?
Camilla

Ciao a tutti!!!> > Io ci sarò sicuramente.> > Maria

Ciao a tutti, passate le ferie torniamo a spaccarci i maroni sulle scrivanie ... Ma e' vero che il 19 Baggiani fa l'ennesima festa di inaugurazione? Sarebbe una figata cosi' ci rivediamo tutti! Fateci sapere
Ciao
Marco

Scusate se rompiamo ma Giulietta voleva sapere, se la festa è di domenica a che ora è? Sono previsti alcolici? così Giulia si porta il set per il vomitino. Scherzi a parte ci farebbe piacere venire arrivando sabato in tarda mattinata, al massimo noi andiamo a nanna un po' prima di voi.........
Ciao
Dario e Stefania

anche noi ci siamooooo
Beatrice Binda> Banca IMI> Debt Capital Markets


Tutti coloro che intendono esserci scrivano a Help Baggiani!
Cercheremo di risolvere anche i loro problemi logistici, come cercheremo di risolvere anche quelli economici dei Baggiani (saranno previste più di 150 persone affamate) aprendo una sottoscrizione per le spese della festa!


Monday, August 30, 2004


Contrordine compagni!

Contrariamente rispetto a quanto da noi supposto, i Baggiani stanno diramando gli inviti per una festa che si terrà domenica 19 settembre.
Sappiamo ancora poche cose, non ufficiali, che possiamo così sintetizzare:
1) ci sarà molta gente, anche se Umberto e Alessandra stanno ancora selezionando gli inviti secondo un loro personalissimo (come è giusto) criterio.
2) la festa si terrà rigorosamente in giardino, la casa verrà chiusa al pubblico per evitare venga lordata dalla prevedibile orda di amici ubriachi.

E' chiaro quindi che più che la festa per l'inaugurazione della casa, sarà la festa dell'inaugurazione del giardino!
Rimanete sintonizzati, per gli ulteriori dovuti aggiornamenti.

Naturalmente, per quanto ci riguarda, siete già da ora tutti invitati!

Tuesday, August 17, 2004


Benicio


Molti di voi si chiederanno cosa centri Benicio Del Toro con Umberto Baggiani.
Benicio e Umberto si conoscono da molti anni.
Tutto è cominciato ad un raduno di harleysti e da allora Umberto vede tutti i film di Benicio e Benicio non perde l'occasione di seguire le vicende di Umberto qui su Help Baggiani!
Così Benicio ha voluto dare una mano ad Umberto per l'ultima sua fatica, la costruzione di uno chalet per gli ospiti, perché si sa che lo spazio in una casa non basta mai e poi certi ospiti pure sporcano!
Benicio, che dopo l'ultima sua fatica 21 Grams si trova con parecchio tempo libero (almeno fino al prossimo anno), ha pensato di andare con l'amico Raul Mendez a trovare Umberto. La cosa doveva rimanere ovviamente riservata, ma siamo riusciti lo stesso ad avere alcune foto che testimoniano la bontà d'animo e la grande amicizia dimostrata da Benicio. Umberto dovrebbe essere fiero di amici così!

benicio2.JPG


Di seguito le foto che testimoniano il buon lavoro svolto da Benicio e dall'amico Raul.

ben1.jpg
Benicio e Raul mentre preparano il pavimento dello chalet


ben2.jpg
Benicio mentre prepara un tassello ricavato dall'albero sul cui ceppo sta lavorando


ben3.jpg
Benicio e Raul mentre predispongono una delle pareti assemblata con dello speciale nastro adesivo


ben4.jpg
La squadra al completo ammira compiaciuta il lavoro svolto


ben5.jpg
Benicio controlla anche l'impermeabilizzazione del tetto (gli ospiti devono stare all'asciutto)


ben6.jpg
Benicio non riesce a nascondere la propria felicità per la buona azione effettuata.
Umberto lo ricompenserà con un'ottima birra fresca!


Wednesday, July 21, 2004


Il ponte

Ricordate gli architetti John Capillo e Steve Toscano dello studio californiano McCormick, Capillo & Patrow? Avevano visitato il cantiere Baggiani lo scorso febbraio e poi a novembre. Ora sono di nuovo in Italia per una consulenza sul ponte di Messina.
Ci hanno mandato questa foto, durante un loro sopralluogo sulla costa siciliana.

Paul.jpg

Naturalmente, sono fieri di indossare le magliette di Help Baggiani! Pensavano anche di essere capitati in tempo per l'inaugurazione della casa di Umberto e Alessandra, ci sono rimasti male quando hanno saputo che non ci sarà.
Ah, ci dicono anche che secondo loro il ponte sullo stretto non si farà. E' un po' più complicato di casa Baggiani.







Friday, July 02, 2004


Inaugurazione?

La vediamo com'è ora, la casa, e la vedremo via via mutare di aspetto, mese dopo mese ergersi nel bosco, finché non vedremo apparire un camino fumante.
Significherà che Umberto e Alessandra saranno ai fornelli, nella grande sala al piano terra, intenti a preparare la cena di inaugurazione per tutti gli amici.
Significherà anche che il nostro lavoro sarà finito, e che forse avremo raggiunto il nostro scopo. Vedere fumare il camino della nuova casa di Umberto e Antonella
.


Questo scrivevamo nel lontano agosto 2002, pensando anche alle parole di Umberto e Alessandra ("vogliamo una casa aperta agli amici, concepita per poterli accogliere comodamente, per poter cucinare per loro mentre ciacolano con noi").
Molti ci hanno scritto chiedendoci quando ci sarà la tanto attesa festa di inaugurazione della nuova casa. Ormai Umberto e Alessandra ci abitano da mesi, è cominciata l'estate, cosa stanno aspettando, si chiedono in molti.
Il nostro è un compito ingrato. Deludere le aspettative dei tanti amici, di tutte le persone che in questi anni hanno seguito la dolorosa vicenda dei coniugi Baggiani intenti a costruire la loro casa.
Ebbene, per il momento non ci sarà nessuna festa.
Da quando Umberto e Alessandra abitano la nuova casa, si sono isolati. La stanchezza, lo stress e la tensione accumulati in tutti questi mesi li hanno prostrati. Hanno bisogno di riposo, di ritrovare il loro equilibrio in questa nuova dimensione.
Stanno maturando il giusto karma.
E' un processo lungo e difficile. Ed è per questo che si stanno avvicinando al buddismo. La nuova casa è la porta per la reincarnazione?

Diceva il Dalai Lama: Provate ad immaginare che la reincarnazione sia simile a uno specchio: ecco, può avvenire soltanto se c'è qualcosa che si riflette nello specchio stesso. Lo specchio da solo non ha nessuna utilità. L'immagine che vediamo nello specchio è certamente il riflesso di qualcosa che si trova altrove. Senza l'oggetto che si riflette nello specchio non c'è nessuna immagine. Allo stesso modo, senza lo specchio anche l'oggetto che si riflette non avrebbe nessuna possibilità di avere la propria immagine riprodotta e riflessa. D'un colpo la sua utilità verrebbe meno. Diventerebbe un oggetto che non potrebbe essere più riflesso nello specchio. Quindi, oggetto e specchio sono interdipendenti.
Bene, proviamo allora a sostituire lo specchio con qualcos'altro. Al posto dello specchio, poniamo ad esempio la nuova casa Baggiani. Le persone che ora la abitano devono trovare la loro nuova collocazione e, come con lo specchio, devono vedere la loro immagine riflessa. Forse, ma è solo una nostra supposizione, Umberto e Alessandra ancora non si "sentono" nella nuova casa, non la sentono ancora come "loro", hanno bisogno di sentire la loro appartenenza alla casa. La abitano, ma non la sentono ancora abitata. Entrano in casa, ma la sentono ancora vuota. Non vedono la loro presenza tra quelle mura. Sarà capitato a tutti, dopo un trasloco, non è una sensazione piacevole. In pratica, non sai dove sei. Sei ancora nella vecchia casa o in quella nuova? E la cucina dov'è? E il latte? E quelle maledette pastiglie?
Potrebbero, in queste condizioni, organizzare una festa?
Vi immaginate cosa succederebbe? Umberto e Antonella che girano spaesati per la casa, gli amici che chiedono da bere e loro non trovano la cantina, la griglia senza legna da ardere, le bottiglie ma non i bicchieri... un incubo!

Umberto e Alessandra hanno bisogno di tempo. E' comprensibile.
Siamo però sicuri che prima o poi la festa di inaugurazione si farà. Dovremo magari aspettare il cadere delle prime foglie, forse anche della prima neve, o attendere la fine del letargo dei ricci del loro bosco, ma siamo certi che si farà.
Ora lasciamoli in pace. Devono riposarsi, riprendere le forze. Ricollocarsi.
Lasciamoli partire con la loro nuova motocicletta per le meritate vacanze.
No, non in Tibet certo. Un viaggio spensierato, senza meta, un viaggio come percorso interiore. Sempre che Umberto trovi dove ha lasciato la moto...

E noi, attendiamo fiduciosi la manifestazione del Buddha!

Wednesday, June 30, 2004


Le verità nascoste di Paul

Abbiamo casualmente incontrato Paul, il dipintore di casa Baggiani. Per un po' di tempo era sparito, dopo aver terminato i lavori per Umberto e Alessandra. Aveva disperatamente bisogno di riposo, di liberare la mente, ci ha detto. Ora, di nuovo sereno, Paul è riuscito a fare due chiacchiere sull'esperienza a casa Baggiani anche se è chiaro che parlandone riaffiorano vecchi fantasmi che credeva di avere scacciato.

Paul.jpg

Prima di vedervi l'intervista a Paul, un paio di considerazioni.
Dalle parole di Paul si capisce che forse Umberto e Antonella hanno fatto delle simulazioni notturne, prima di andare ad abitare la casa. Hanno cioè provato a dormirci, magari col sacco a pelo, per capire se tutto era perfetto, se le scelte fatte erano quelle giuste. Ed hanno poi agito di conseguenza, apportando piccole modifiche ad esempio ai colori inizialmente scelti. Perfezionismo. Insicurezza. Follia. Chissà...
Noi la chiameremo semplicemente sindrome della camera lilla, lasciando ogni spiegazione agli architetti. O agli psichiatri, che è lo stesso.
Paul comunque pare ne sia uscito bene da questa esperienza. Ha ripreso a lavorare dopo qualche settimana di assoluto riposo. La mano non è ancora ferma come prima, ma almeno è tornato sereno com'era prima di lavorare per Umberto e Antonella.
Ora potete vedervi il video. Chi dispone di un collegamento adsl qui, gli altri invece qui.


cameralilla.JPG

La "camera lilla" com'è ora. Solo i mobili sono rimasti del lilla originario.

Tuesday, June 22, 2004


Pollice che?

Ricordate il Baggiani muratore? O il Baggiani falegname? Eh si, Umberto è un vero autodidatta. Non si scoraggia davanti a nessun ostacolo ed è fortemente risoluto a risolvere al meglio ogni problema. Ed avrà pensato che sarebbe stato così, una volta ultimata la casa, anche per il giardino. In fin dei conti, avrà concluso, sarà più difficile costruire una casa che sistemare un giardino. Cosa servirà mai? Un po' di terra (anche sabbiosa tanto è lo stesso), qualche seme (così a caso, tanto l'erba è erba) e acqua, che altro sarà necessario? Ecco qui sotto il risultato del suo lavoro.

orecchio2.jpg

No, non è una spiaggia selvaggia, nè il campo da calcio di San Siro, come potrebbe sembrare ad uno sguardo frettoloso. E' semplicemente il giardino di Umberto com'è oggi, il risultato della decisione "taglio del budeget alla voce giardino". Dopo lo svenamento per la malta antica, da qualche parte si doveva pur risparmiare. E, notate bene, quella che è cresciuta non è l'erba seminata, ma erbacce spontanee. Lo so, viene un po' di rabbia a pensare che con una casa così bella non si sia affidato a un vivaista serio per farsi consigliare correttamente. Intere domeniche trascorse a svangare, spostare terra, seminare pensando di risparmiare.
Ma forse inconsciamente questo è esattamente il risultato che Umberto voleva, terrorizzato com'è dall'idea dell'erba che cresce e dei tagli che comporta. Per mettersi la coscienza a posto alla fine ha chiesto il parere di un "esperto" che gli ha detto che è stato semplicemente sfortunato per la stagione matta, per la pioggia, per l'aumento del prezzo del petrolio, ecc. ecc.
Rassegnamoci così per quest'anno a vedere questa specie di campo di angurie. E non è detto comunque che non cresca spontaneamente qualcosa di buono, magari dei funghi allucinogeni che aiuteranno Umberto a credere di essere in un giardino inglese.
E se volete essere carini con Umberto, regalategli questo.


orecchio2.jpg

Friday, June 11, 2004


Dilemma

Ormai tutti sanno che Umberto è un uomo di sinistra. Oggi si direbbe progressista. Le sue simpatie politiche le possiamo facilmente immaginare. Un ulivista convinto, insomma. Un uomo che detesta i compromessi. Bianco o nero, mai grigio.
Ma non vorremmo però essere nei suoi panni, durante questo fine settimana, alle prese con le elezioni.
Non tanto per le elezioni europee, quanto per le amministrative.
Nel suo nuovo Comune di residenza, infatti, si scontrano due forze: il centro-destra con la lista Viva Fossalta, e il centro-sinistra con la lista Insieme per Fossalta. La fantasia al potere, in ogni caso, per quanto riguarda i nomi. Bene, chiunque potrebbe pensare che Umberto (e Antonella naturalmente) voterà quest'ultima lista.
Ma non è così facile. Anzi, non è proprio detto.
Nella lista di centro-sinistra, attualmente al potere, Umberto ha dovuto fare i conti con un assessore che non gli ha davvero facilitato la vita per la costruzione della casa (ricordate il misterioso uomo del caco?).
E siccome i lavori in una casa (e specialmente in quella di Baggiani) non sono mai finiti, non siamo davvero convinti che Umberto terrà fede al proprio istinto politico.

La lista Viva Fossalta

orecchio2.jpg


La lista Insieme per Fossalta

orecchio2.jpg


Proviamo ad ipotizzare alcuni scenari.
a) Umberto non andrà a votare, troppo occupato a sistemare il giardino
b) Umberto andrà a votare, ma solo per le europee
c) Umberto voterà in un modo per le europee e in un altro per le amministrative
d) Umberto voterà allo stesso modo per le europee e le amministrative

Insomma, di che colore troveremo lunedì la casa di Baggiani? Verde o azzurra?
Aiutiamo Umberto a risolvere questo dilemma. Mandateci i vostri suggerimenti.

Intanto, per facilitare l'analisi politica di Umberto, pubblichiamo uno stralcio da uno dei programmi (di quale lista sia non lo diciamo) che potrebbe essere di qualche interesse:
Nel campo della salvaguardia ambientale e della sicurezza idraulica [...] con il ripristino della stradina di San Carlo di Fratta, dopo l'ampliamento di un ettaro del bosco delle Roiate e la recente sistemazione di quasi 4 ettari a bosco e praterie vallive, di memoria nieviana, a Fratta è iniziato un intervento che prevede la realizzazione di un percorso ambientale tra il bosco delle Roiate di Fossalta e Fratta, in collaborazione con i Cacciatori e il Volontariato. Nel prossimo autunno è prevista la realizzazione del bosco planiziale di Sacilato-Stiago.

Thursday, June 10, 2004


Ma ora, i Baggiani sono felici?

orecchio2.jpg


Umberto e Alessandra da un paio di mesi abitano la loro casa.
Ed è venuto il momento di presentare le ultime foto, quelle della casa abitata, nella sezione The End.
Hanno aperto gli scatoloni che contenevano le loro cose più care, hanno cominciato a circondarsi di tutto ciò che li fa stare bene, rilassati, in pace con sè stessi, come questo sapone (foto sotto) che abbiamo trovato nel loro bagno. Dettagli, certo, ma non sono i dettagli che costellano e puntellano la nostra vita?
Molti (tutti coloro che ci seguono da mesi e che magari stanno per costruirsi casa) ci hanno chiesto come sono stati i primi giorni, quelli del trasloco, dell'insediamento, del riposizionamento della loro vita dopo una fatica durata più di due anni.
Qualche anima pia ci ha anche chiesto se sono felici.
Questo non sappiamo dirlo. Abbiamo però un video che è abbastanza significativo ed ognuno può trarre le proprie conclusioni. Chi dispone di un collegamento adsl può scaricare il video qui, i perditempo invece qui.
Che altro dire? Nulla.

orecchio2.jpg


Thursday, May 20, 2004


Dio dello spam

Deve esserci un'intelligenza superiore, se ci arrivano email come questa:

Oggetto: Hi Help.baggiani
Help.baggiani Looking to buy cheap affordable medications?
We sell Xanax, Valium, Vicodin all 100% legal
* No Doctors will visit you
* SameDay shipping
* Plus many more at super l0w pr1ces
* Worldwide Sameday shipping!
Click Here

http://www.phramastore.biz/free/b/

Ma come fanno a saperlo?

Tuesday, April 20, 2004


Aneddoti?

Ormai sono trascorse un paio di settimane dall'insediamento dei Baggiani nella nuova casa, e già molti sono gli aneddoti da raccontare.
Il più X-file è quello accaduto ad Umberto la scorsa settimana. Umberto, nel cuore della notte, mentre dormiva appagato e felice, viene svegliato da qualcosa che gli solletica un orecchio. Si alza, va in bagno per vedere di cosa si tratta, ma non trova nulla di strano. Torna così a letto e nel dormiveglia trascorre la notte a grattarsi. Il giorno dopo sente qualcosa di strano dentro l'orecchio, ha come l'impressione di qualcosa che si muova dentro. E comincia fargli male. Finchè si decide di andare dal medico. Il suo medico personale non c'è, e menneno quello di famiglia. Si rivolge così alla dr.ssa Carlotta Van Meyer, otorinolaringoiatra e nota naturalista che, dopo un rapido esame dell'orecchio interessato, capisce subito di cosa si tratta.
Estrae così dall'orecchio di Umberto l'insetto fotografato qui a sinistra, che si era infilato fin dentro la tromba d'Eustachio. Cosa sarebbe successo se l'insetto avesse proseguito nel suo percorso fin dentro il cervello di Umberto? Fin dove sarebbe arrivato e, sopratutto, cosa vi avrebbe trovato?
Non avremo mai risposta a queste domande, nè le potremo più rivolgere al povero insetto che, dopo la sua avventura nella testa di Umberto, è stato immortalato in una cornice a mò di quadro e appeso sopra il letto di Umberto e Antonella.
Nuova forma d'arte? No, dice Umberto, monito per gli altri insetti della casa.
E sì, la vita in campagna è dura, hanno cominciato a realizzare i coniugi Baggiani. E non è ancora arrivata l'estate...
Altrettanto divertente anche quanto accaduto ad Alessandra aka Antonella.
Erano appena le 11 di mattina e se ne stava beatamente a letto. Meritatamente, aggiungiamo noi, considerato l'enorme lavoro svolto per distribuire il contenuto di centinaia di cartoni negli armadi, scaffali e mobili della casa.
Bene, se ne stava dunque a letto, quando sente (per la prima volta?) suonare all'ingresso.
Dimenticandosi di avere un citofono anche in camera, scende e risponde al citofono del piano terra.
Niente. Guarda fuori verso l'ingresso e non scorge nessuno. Sta per tornare a letto, che risuona il campanello. Riguarda fuori, niente. Stava già pensando a cosa poteva aver bevuto di così pessimo la sera prima che un'intuizione la folgora sulle scale: "abbiamo anche un'altro ingresso", pensa.
Guarda fuori verso quel lato e vede due agenti della polizia municipale.
Apre la porta ed esclama raggiuante: "Gradite un caffè?"
I due si guardano, osservano la casa, guardano Antonella e poi dicono: "Coma fa ad offrirci un caffè se questo è ancora un cantiere?"
"Come un cantiere - balbetta - se ormai ci abitiamo?"
"Questo è il punto, signora, voi ci abitate ma la casa non è ancora abitabile..."
"Ma noi paghiamo l'ICI..." riesce a proferire Alessandra.
Una piccola dimenticanza burocratica causata dal troppo precipitoso cambio di residenza dei coniugi Baggiani.
La morale è questa: la casa è ancora un cantiere, Umberto e Alessandra sono alla stregua di extracomunitari, e nella casa gli insetti si infilano dove cazzo vogliono.

orecchio2.jpg

Cerchiato in rosso il punto esatto in cui la dr.ssa Carlotta Van Meyer ha trovato il perfido insetto. Ma cosa sarebbe successo se invece della dr.ssa Carlotta Van Meyer avesse trovato un altro medico? Probabilmente questo.

Wednesday, March 31, 2004


Ci siamo!

Pare proprio che il grande momento stia per arrivare.

ciabatte.jpg

La foto di queste due tenere paia di ciabatte, sulle scale che portano alla zona notte, sono un segno inequivocabile che ormai Umberto e Alessandra sono pronti a trasferirsi nella nuova casa. Questa ed altre foto (che trovate nella sezione Cantiere 4) le abbiamo carpite una settimana fa', durante una prima informale presentazione ad alcuni amici della nuova casa.
Soprattutto possiamo documentare lo stato di felicità, ma anche di prostrazione psicologica della coppia, con un video che mostra Umberto e Alessandra parlare a ruota libera, finalmente liberi dal Serenase.
Chi dispone di un collegamento adsl può scaricare il video qui, gli altri invece qui.
Sono immagini forti, fatevi coraggio!

Tuesday, March 23, 2004


Si picchetta in giardino!!!
di Debora Tresoldi

Cari ragazzi, confermo, confermo, confermo!!!!
La casa ormai è pronta e i Baggiani il prossimo week end entreranno in quel fantastico castello che è venuta la loro casetta che, peraltro, insisto col dire, si vede benissimo dall’autogrill direzione est passata l’uscita portogruaro!!!
Due settimane fa andando ad un appuntamento lavorativo a Trieste, mi fermai a pranzo al citato autogrill e l’ho riconosciuta al volo!!!!!!!!!!!!!!!!!
Allora raga pronti, perché si picchetta in giardino!!!!!
baciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii



Saturday, March 20, 2004


Ci siamo (quasi)!

baggia_mar04.jpg

Dopo due mesi di silenzio, rispettando le angoscie della famiglia Baggiani, riprendiamo per annunciare che ormai la casa è quasi pronta.
In questi mesi sono stati ultimati gli ultimi lavori, serramenti, porte e soprattutto quelli della dipintura interna (che sorprenderanno di più).
Tra breve tutte le foto, le storie, i video della casa Baggiani allo stato dell'arte.
Umberto è pronto a farci entrare.

Wednesday, December 31, 2003


Buon fine anno!

baggia_ott.jpg

Baggiani si è arreso di fronte all'evidenza dei fatti.
Nè il Natale nè il capodanno verranno festeggiati nella nuova casa.
Anche senza aggiungere altre parole, lo si capisce dallo sguardo di Umberto, lo sguardo da Labrador Retriever un po' deluso.
Ma nella vita bisogna darsi degli obbiettivi. E il prossimo obbiettivo è: riuscire ad abitare la casa per Pasqua!
Ed è così che la vita prosegue, tra mille casini e qualche obbiettivo ben chiaro.
Il nostro è quello di continuare a seguire questa storia, la storia di una famiglia come tante che cerca di costruirsi una casa come poche.
Buon 2004 a tutti!

Sunday, November 30, 2003


I lavori sono proseguiti alacremente ma gli imprevisti (che dovevano essere previsti) hanno allungato i tempi oltre ogni ragionevole misura.
Comunque la casa è a buon punto e nella sezione Il cantiere3 troverete lo stato dei lavori.
Le scorse settimane c'è stata anche l'inattesa visita degli architetti John Capillo e Steve Toscano dello studio californiano McCormick, Capillo & Patrow che, come ricorderete, lo scorso febbraio eravamo riusciti a dirottare in occasione della loro presenza in Italia.
E stavolta - e le loro espressioni lo dimostrano - sono rimasti davvero sconcertati.
Un po' perché hanno verificato che la loro tecnica di building demolishing è stata seguita solo in parte, un po' perchè non sono abituati all'uso di certi materiali.
Steve Toscano ha affermato "quello di veramente innovativo che scorgo in questa opera è la quasi totale mancanza della mano di un architetto", e John Capillo "è uno stile completamente nuovo, in cui è il cliente a dominare l'architetto, rovesciando ruoli ormai definiti da tempo".
Sono rimasti attoniti osservando gli interni, ed in particolare l'ingresso-sala-cucina sovrastato dal salotto al primo piano, immaginando l'uso che ne verrà fatto quando la casa sarà abitata. John ha usato l'espressione "incredible disowned perspective" mentre Umberto cercava di fargli bere un bicchiere di pinot bianco portato per l'occasione.
Steve e John hanno anche chiesto se, per arrivare al primo piano ("the disowned zone night") verrà prevista una scala o se hanno in mente altre soluzioni meno tradizionali. Umberto ha spiegato, per l'ennesima volta (ma per la prima a loro) che ci sono problemi di misure per realizzare la scala e al momento sono "indecisi". Steve ha suggerito di utilizzare delle corde, decine di corde, fissate al soffitto che avrebbero dato l'impressione - secondo Steve ma non secondo Umberto - di una nave arrembata. Umberto ha cambiato discorso, parlando dei problemi di natura burocratica avuti per effettuare l'allacciamento del gas, e brillantemente risolti facendo ricorso al tipico coraggio del nord-est. Ovverosia fottendosene della burocrazia.
John ha molto apprezzato il terrazzo alla veneziana del piano terra, che ha riconosciuto essere "a lot in tuning" con lo stile della casa.
I due architetti californiani hanno rivolto particolare attenzione anche ad alcuni dettagli dell'esterno, ad esempio l'angolo di sud-ovest che ricordava loro "an Indian altar" visto poco tempo prima a Bombay. Anche le antiche pietre inastonate qua e là con maestria per arricchire la facciata anteriore della casa hanno lasciato a bocca aperta Steve e John ("noi in California ce le sognamo idee del genere, forse ora con il nuovo governatore...).
E' stata una giornata molto bella quella di Umberto con John e Steve, che credo non vedremo mai più in questo cantiere.

Cosa manca comunque per completare l'opera? I serramenti, le porte, la scala interna, l'impianto elettrico, l'allarme, l'acqua... troppe cose ancora per sperare che Umberto e Alessandra quest'anno mangino lì il panettone.





Friday, October 31, 2003


Molti nelle ultime settimane ci hanno scritto chiedendo se Help Baggiani! avesse chiuso o che fine avesse fatto Umberto Baggiani.
Vogliamo tranquillazzare tutti: non abbiamo chiuso e Umberto sta bene. Ora.
Si, perché fino a qualche tempo fa' Umberto stava un po' troppo somatizzando l'enorme stress per la costruzione della casa, il lavoro, la nuova barca, gli impegni musicali...
Cosi' abbiamo preferito attenerci ai suggerimenti del suo terapeuta e per un po' non abbiamo voluto occuparci pubblicamente dei problemi del cantiere.
Ma ora che Umberto è tornato in qua, procediamo con un aggiornamento sugli ultimi due mesi.
I lavori sono andati avanti benissimo e, come si puo' vedere dalle foto, la casa è praticamente conclusa.
Installato l'impianto di riscaldamento a pavimento, fatto il pavimento, finito da tempo il tetto e l'esterno, infissi e scuri sono già pronti per essere montati.

Ormai è una gara contro il tempo per far entrate Umberto e Alessandra nella nuova casa per natale.
Ma veniamo ai problemi.
Ci sono stati dei problemi con l'allacciamento del gas. E Umberto, che come tutti gli imprenditori non concepisce la burocrazia, stava per mandarli in mona. Anzi, deve anche averlo fatto, costringendolo cosi' a optare per uno scomodo quanto antiestetico bombolone.
Ma alla fine la cosa si è risolta ma non abbiamo ancora capito bene come.
Altro problema, la scala interna. Pare che ora ci si accorga che siano state sbagliate le misure per far passare la scala interna.
Cosi' com'è stata progettata taglierebbe in due una finestra sottostante, con grosso danno estetico. Facendola più ripida, l'altezza

utile per salire si abbassa notevolmente, con grosso danno alla testa di chi sale.
Questo si che è un bel problema. Umberto ha ricevuto un sacco di suggerimenti alternativi: una scala a chiocciola, pertiche come i pompieri, una rete come in marina, tanto per citare le idee più concrete.
Staremo a vedere. Intanto importante è farli entrare per natale e se anche non riusciranno a salire comodamente al primo piano si adatteranno.
Ultima annotazione.
L'Università di Upsala, in considerazione del fatto che Baggiani ha seguito personalmente e quotidianamente il cantiere per tutti i lavori, diventando cosi' il vero direttore dei lavori, lo ha proposto per il conferimento della laurea in architettura honoris causa.
Queste si che sono soddisfazioni, per un ragioniere...

Thursday, August 28, 2003


Referrers

L'analisi dei referrers di chi è capitato qui ci fa capire due cose:
a) i motori di ricerca sono stupidi
b) spesso chi usa un motore di ricerca è un perfetto idiota.

Abbiamo cercato di raggrupparli in alcune categorie, scegliendo non solo i più esemplificativi ma anche quelli più numerosi:

BRIKO
costruire la propria casa: suggerimenti
costruire piscina naturale
costruire una moto custom
costruire metal detector
costo gettata per fondamenta
costruire la sauna
costruire un laghetto da giardino in cemento
costruire metal detector
persone capaci a smontare una cucina

COME FARE
come abbinare caminetto forno
come costruire un pantografo
come costruire una bifamiliare
come costruirsi una antenna per microonde
come costruire un lettino da massaggi
idea per costruire una casa
abbattere un solaio senza rumore
lavori del cazzo tirare cavi
inquinamento acustico soluzioni tappi

FISCALE E SOLDI
massaggi detrazione irpef
tremonti ter
barca bene deducibile
caminetto detrazione fiscale
cosa fa il commercialista
riassunto spese rogito
ingegnere esame tasse deducibile
seconda casa + rogito tranquillo

UNABOMBER
esplosivo c4
come costruire l'esplosivo al plastico c4
diserbanti esplosivo
benzina bottiglia miccia

PERVERTITI
giochi di gruppo per ragazzi
scambio di coppie" Elba
luoghi e parcheggi scambio coppia
scambio coppie zona rossa

SESSO
marcus nudo
rocco nudo
tanti modi per farsi le seghe

STRANI
festa fusti a finire
gatto stressato
noleggio asino sardegna
organizzare matrimoni a bologna
spiritelli i fabbrica
Betty scema
blog mia moglie antonella
culo taglie forti
foto motociclisti strani
gioco delle lattine da abbattere con la pallina
jumping capriate
foto della via gluck
rotwailer da adottare
disegno delle lasagne al forno
riposino dopo pranzo
maghi no lucro
pavimenti hippy
la vita delle processionarie
chi ha inventato i termosifoni

Non resta da sperare che l'uso di internet non si diffonda tanto rapidamente.

Monday, August 25, 2003


Rientro dalle ferie (Prozac Stories)

Pare che Baggiani e consorte siano rientrati dalle ferie.
Pare siano piuttosto stanchi.
Motivo? Baggiani ama complicarsi la vita, quindi anche le vacanze.
Cos'ha pensato di fare quest'anno Umberto, già oberato da impegni di lavoro e dalla costruzione della casa?
Due settimane di pieno relax al fresco della montagna?
No, banale e troppo riposante.
Ha deciso di comperarsi con altri tre amici una barca a vela usata.
Dove si trova questa barca? Nel mare sottocasa, l'Adriatico?
No, troppo semplice. In Corsica.
Cosi' i quattro decidono di portarla a turno fino a Trieste.
Il primo doveva portarla da Ajaccio a Cagliari. Poi Umberto da Cagliari a Brindisi.
Come previsto Umberto prima di ferragosto prende l'aereo per Cagliari, ma il primo amico ha nel frattempo lasciato la barca a Olbia (pare che la barca abbia dei problemi).
Cosi' da Cagliari Umberto deve noleggiare una macchina e andare ad Olbia.
Da li' finalmente dovrebbe cominciare la vera e propria vacanza di Umberto, veleggiando verso la Sicilia e attrraversando lo stretto di Messina. Non sappiamo come sia andata la navigazione, sappiamo solo che Umberto, per motivi di lavoro doveva essere assolutamente in ufficio il 25 agosto (oggi).
Cosi' i giorni persi lo costringono a lasciare la barca invece che a Brindisi a Reggio Calabria e noleggiare un'auto con la quale ritornare a casa. Non propriamente a casa, dato che dovrà consegnarla all'aereoporto di Venezia, dove qualcuno dovrà andare a recuperarlo.
Invece, poiché il terzo amico e socio non potrà più andare in aereo a Brindisi perchè la barca è a Reggio Calabria, ci andrà in auto lasciandola poi a Umberto che cosi' potrà tornare direttamente fino a casa (e senza disturbare glia amici).
Rientro che Umberto dovrebbe avere effettuato tra sabato e domenica scorsi, due giorni particolarmente consigliati per spostarsi da sud a nord se non vuoi perderti nessuna delle chilometriche code suggerite da Autostrade SpA.
Possiamo comprendere la stanchezza di Umberto dopo una tale vacanza.
E non vorremmo essere nei panni dell'Architetto, quando nei prossimi giorni dovrà incontrarsi con Umberto e Alessandra per aggiornarli sullo stato dei lavori in cantiere.

Friday, August 22, 2003


Online

Rompiamo il silenzio di questa torrida estate per dire:
a) Help Baggiani! non si è sciolto al sole, e presto vi aggiorneremo con la situazione a casa Baggiani (e non solo);
b) i lavori nel cantiere non si sono mai interrotti durante l'estate, anche se Umberto si è preso qualche giorno di ferie;
c) abbiamo notato dai referrers che un idiota ha inserito il nostro link in un sito per scambi di coppie. Inutile precisare che, anche se il burlone ha inserito i Baggiani nella sezione "scambio coppie no lucro", Umberto e Alessandra sono ben lungi da intraprendere attività scambistiche di tal genere. E in ogni caso, se mai venisse loro in mente una tale idea, parlerebbero sempre della loro casa e quindi o troverebbero una coppia di architetti o difficilmente nessuna coppia al mondo farebbero un tale logorroico scambio (gratis, poi).

E restando sempre in tema di referrers, è sconcertante notare alla ricerca di che cosa taluni arrivino qui.
Presto pubblicheremo quelli che, a nostro parere, sono stati i 10 referrers più demenziali per Help Baggiani!.

Sunday, July 13, 2003


La prossima festa a casa Baggiani

Settembre fa presto ad arrivare, e dobbiamo dare qualche idea ad Umberto e Antonella per la festa di settembre (ancora non c'è una data precisa).
Abbiamo preparato questo sondaggio, per capire l'orientamento di chi sta pensando di essereci.






La prossima festa
Come la vorresti?



Current Results




Tuesday, July 01, 2003


Report: la fradicia frasca dei Baggiani

La prima inaugurazione di casa Baggiani è stata un grande evento!

shoei.jpg

Dobbiamo dire che i presupposti meteo non sembravano far presagire nulla di buono nè per la stessa festa nè per il futuro della casa dei Baggiani.
Infatti, dopo mesi di totale siccità, nella notte tra sabato e domenica è caduta una pioggia insistente e copiosa che ricordava le peggiori gionate autunnali.
frasca1.jpg
Alle 7 del mattino i piu' pessimisti pensavano addirittura ad un rinvio.
Invece, con il passare delle ore un sole splendente ha cacciato ogni nefasta previsione.
E la festa ha avuto inizio.
Durante la notte un gruppo di incursori di Help Baggiani! (evidentemente appartenuti un tempo a Greenpeace) si è arrampicato sulle impalcature del lato sud della casa è ha steso uno striscione per rendere ben visibile il luogo dell'happening.
Baggiani il giorno prima si era fatto un culo cosi' (insieme ad un gruppo di amici) per rendere praticabile una buona parte del bosco, portare tavoli e panche per una settantina di pesone ed allestire le griglie. E di buon'ora la domenica mattina ha iniziato a preparare il fuoco.
La birra è stata fornita da Dario Pisani, il titolare della Agribeer di Sauris.
E cosi' alla fine se ne sono andati circa 300 litri di birra, pilsen e rossa, ed era una gioia vedere i fusti vuoti venire rapidamente sostituiti dai nuovi.
Verso le 14 Umberto aveva già preparato una grigliata per una sessantina di persone che nel frattempo se ne stavano amabilmente a conversare, comodamente sedute ai tavoli preparati nel bosco.


















E da quell'ora è stato un continuo arrivo di persone, chi attratto dallo striscione, chi dal fumo del fuoco che si elevava nel cielo, chi infine dalla bellezza della casa e del luogo.
Cibo in quantità, la giornata che si era fatta bella, il bosco, cosa volere di più?
E i fusti di birra terminati continuavano ad essere sostituiti.


Che fortuna avere come amico il titolare di una fabbrica di birra!
A metà pomeriggio quasi tutti i presenti si erano virtualmente già fottuti tutti i 20 punti della patente.
Particolarmente felice appariva l'Architetto, che ad un certo punto ha dato vita ad una specie di ballo tribale, non si capisce se dovuto alle terapie del team di psicologi che l'Ordine degli Architetti gli ha messo a disposizione da quando lavoro per i Baggiani, oppure semplicemente sia stata una danza liberatoria favorita dall'essersi improvvisamente reso conto che tra poco la casa sarà ultimata e potrà tornare alla sua normale vita di architetto.


















Alessandra, da perfetta padrona di casa, era disponibilissima a far visitare quello che fino a poco tempo fa era un vetusto rudere, e raccontare le soluzioni architettoniche finora decise e quelle ancora in divenire.
Conosce uno ad uno i quasi 15.000 mattoni vecchi utilizzati, ed anzi ancora adesso che già sono stati posati utilizzando la migliore malta antica in commercio, chiede se non sia il caso di spostarne uno in un punto diverso del muro che lo valorizzerebbe meglio...

Abbiamo notato Alessandra far iniziare un giro guidato ad un gruppo di amici verso le 17, i quali sono usciti dalla casa solo verso le 18 e 30, visibilmente stravolti. Si sono avvicinati alla spina della birra e non si sono più mossi finchè il buio ha permesso loro una fuga silenziosa quanto pavida.
A metà pomeriggio c'è stata l'mprevista esibizione dei Professionals, uno dei gruppi blues più conosciuti nel Nord-Est che (casualmente) avevano con sè gli strumenti e qualche cavo elettrico.
Hanno cosi' improvvisato una session che ha fatto vibrare i presenti (e anche qualcuno fermatosi a fare benzina alla vicina area di servizio autostradale) fino quasi al tramonto.
E anche qui Baggiani ha fatto la sua parte, sostituendo le griglie con l'armonica, ha contribuito a far scatenare gli ospiti in balli che avrebbero voluto imitare quelli antropologici dell'Architetto...
Che uomo questo Baggiani!
E l'altra sorpresa è stata a) la presenza dell'aiuto-Architetto che b) ha tirato fuori (casualmente) il flauto e c) si è unita a quel che restava dei Professionals per una session che avrebbe fatto cadere la barba a Ian Anderson.
All'imbrunire solo pochi se n'erano andati. L'impegno morale era di finire l'ultimo fusto.

Ma terminato anche quello, c'erano altre bottiglie di vino.
Cosi' Umberto ha invitato gli ultimi amici, quelli per i quali l'impegno morale era sacro, ad "entrare in casa" e rischiarati dalla luce post-moderna di un frigo finire questo sporco lavoro.
Prima pero' dell'entrata in vigore del Decreto Legge 151 il cantiere era stato regolarmente abbandonato, chiudendo questo primo happening Baggianico.
Le altre foto di questa indimenticabile giornata le trovate nell'apposita sezione Frasca.
Per fortuna i lavori non sono ultimati, anzi sono previsti ancora lunghi mesi di cantiere per rendere l'interno della casa cosi' come Umberto e Alessandra vogliono.
Quindi possiamo prevedere ancora molte altre feste, ancora più coinvolgenti di questa.
La prossima sarà comunque a settembre. Cominciate a prenotarvi. Vorremmo che vi partecipassero ancora più amici di Help Baggiani!, primo tra tutti Bruno di Giornale di Cantiere i cui suggerimenti hanno permesso di vedere il lato oscuro di casa Baggiani.
D'altra parte, Umberto e Alessandra non hanno sempre sostenuto di volere questa grande casa per dividerla con gli amici?

shoei.jpg