Help Baggiani!


dimora.gif




Il calendario 2003








Elettrosmog
Cosa deve fare Baggiani?

Far crescere l'edera sul traliccio
Mettere una carica esplosiva
Assumere l'avv. Ghedini
Utilizzare il traliccio per il jumping
Vendere la casa a H3G


Current Results

Help Baggiani gadgets!
Quali di questi gadgets vorresti trovare a Natale?

Il calendario di Umberto e Alessandra
Il DVD con i video di Help Baggiani!
Il salvadanaio con la faccia di Umberto
Il plastico incendiabile
L'agenda 2003-2006
Il coltellino salta metal detector
La stress ball con la faccia di Umberto
Il poster di Umberto piccino


Current Results
Umberto Baggiani all'Elba
Ha fatto bene ad andarsene?

Si, se avessi la moto lo farei anch'io
Si, ma con veri motociclisti
No, non si lascia Antonella da sola
No, dovrebbe occuparsi della casa


Current Results

NoDialer.gif

Tuesday, December 31, 2002


Ultimo report 2002

Chiudiamo quest'anno, anzi questi quattro mesi per noi di Help Baggiani, con l'anteprima del calendario (il più richiesto tra i gadgets natalizi proposti).
Domani pubblicheremo tutti i mesi, sempre che il nostro comitato di censura lo approvi in tempo (alcuni mesi sono stati brutalmente messi in quarantena, colpa di Antonella!).


gen-feb.JPG

Un ringraziamento a mim*mina per il grande scoop del fratello segreto di Umberto, che ci riserverà grandi sorprese per il 2003.
Forza Baggiani, il prossimo anno sarà peggio di questo!

Saturday, December 28, 2002


Contributo per la casa

da Antonio Marascio

Noi contribuiamo con una sottoscrizione per l'acquisto di una decina di mattoni veraci DOC per l'inizio dei lavori.
Verso l'estate potremmo integrare con una offerta per l'acquisto di una decina di tegole stagionate firmate.
Buon lavoro e auguri

Bene, riprendono le sottoscrizioni.
Ricordiamo dove inviare i bonifici:
UMBERTO BAGGIANI
HELP BAGGIANI!
Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone
ABI 06340
CAB 36240
C/C 600/6000031H

Tutto è deducibile e tremontizzabile!

Wednesday, December 25, 2002

Sunday, December 22, 2002


Baggiani che sorpresa!!


Innanzitutto passo a ritirare il pacco; mi infilo nel vicolo, mi avvicino circospetta alla porta ed entro; la signora è discreta, pronuncio la parola d'ordine, che è "kartoffeln" e la prima missione è compiuta. Cosa contiene il pacco? Eh, ma vi devo dire proprio tutto!

Ma facciamo un passo indietro. Vengo contattata dall'Ing. Stroke circa un mese fa. Mi dice: "C'è una missione impossibile per te. Accetti?" Accetto. I nostri maturi avocadi si incontrano presso la succursale di Help Baggiani di Lubjiana per regolare il lato economico dell'operazione e la mission ha inizio. Ma c'è un antefatto.

L'antefatto è che Help Baggiani cercando casualmente (??) su Google, ha trovato il sito di tale Franco Baggiani residente in quel di Firenze che fa il musicista jazz e col quale nota anche una vaga somiglianza fisica. Entrambi Baggiani. Entrambi musicisti. Si assomigliano. Baggiani che sorpresa! Il dubbio è inevitabile: "saranno mica parenti?"

Qui entra in ballo la mia mission. Io abito vicino a Firenze. Sono io quindi che dovrei indossare i panni di Carramba! e mettermi in contatto con Franco Baggiani (nel seguito anche Baggiani bis), per accertare l'eventuale parentela. C'è un primo approccio via e-mail dal quale il Baggiani bis deduce verosimilmente che sono pazza, ma accetta di vedermi. Il primo incontro era fissato per venerdì scorso, in occasione del concerto che Franco Baggiani teneva a Firenze presso il Jazz Club di via Nova de' Caccini.

Venerdì arrivo a Firenze. La missione entra in fase operativa. Nei giorni precedenti avevo già tentato di scappare con la cassa, ahimé senza trovarne il tempo. Le tentazioni di una grande città addobbata a festa sono tante. Già alla prima strada vengo stoppata da un'invitante vetrina: dolci natalizi artigianali a saldo. Chi frequenta il mio sito conosce la mia fede nel panforte e nei ricciarelli. Ma il mio incrollabile senso di lealtà (?) ha la meglio. O quasi. Io e il mio trepido assistente decidiamo di fare fuori solo metà della cassa abbuffandoci senza ritegno
in una tipica trattoria fiorentina. Ma suona il rintocco delle 23,00 e la mission must go on...

Eccoci al Jazz Club. Già il primo approccio è in linea con la delicatezza della missione. "Riservato ai soci - citofonare" recita un cartello sulla porta all'ingresso. L'ambiente è buio e fumoso come si conviene. Gigantografie di jazzisti neri troneggiano alle pareti. Folla delle grandi occasioni.

Ed ecco Franco Baggiani.
Sì, sì è proprio lui. Suona la tromba con sottofondo di basi contemporanee e con l'ausilio di un percussionista. Grande spettacolo. Applausi scroscianti. Proprio bravo, non c'è che dire.
(Qui la Carramba! si chiede: ma il Baggiani Umberto è così bravo??)

A concerto finito mi presento.
E qui avviene il controscoop: il Baggiani bis mi aveva scambiata per un'altra persona. Perché conosce una musicista jazz anche lei di Firenze (!) proprio con il mio stesso nome e cognome. Baggiani che controsorpresa!

Ma torniamo al topic. Che poi sarebbe come dire: torniamo a noi.
I due Baggiani sono parenti o no???

Franco Baggiani mi dice che vanta natali fiorentini e origini familiari rigidamente fiorentine documentate fino al 1500 ma solo perché non é riuscito ad arrivare oltre. Nessun parente neanche alla larga in Friuli.
L'Umberto ha parenti, affini, avi, trisavoli, ascendenti, collaterali, diagonali in riva d'Arno? Siamo certi di sì, ma accerteremo. E se le parentele non ci fossero, da brava Carramba!, sono pronta ad inventarmele. (Ma questo non lo dovevo dire..).

Comunque approfondiremo. Certo che approfondiremo. Come no..
E sono anche certa che riusciremo a far riabbracciare i Baggiani dopo tanti anni di separazione... e a far riabbracciare le due omonime, la sottoscritta e l'altra e a far riabbracciare tutti gli altri. Gli altri chi? Non importa.
Ormai sono Carramba!

Il seguito alla prossima puntata. Nella quale entra anche in ballo il misterioso pacco di cui dicevo all'inizio. Ma che contiene? E' presto per dirlo anche perché lo devono ancora esaminare i miei artificieri.
Intanto preparate i fazzoletti.

mim* / Karramba!

Le foto dello storico incontro

Friday, December 20, 2002


Cottura


Umberto Baggiani è cotto.
L'abbiamo visto proprio male.
Nervoso e scontroso, più del solito.
Due sono i motivi che lo angustiano.

Primo motivo.
L'altra sera stava chiedendo in giro se nessuno conosceva Afef. Dove vuole arrivare?
In effetti il suo primo problema è la Telecom, per quel maledetto cavo che passa sulla sua proprietà.
Cavo che risale all'epoca in cui la Telecom (o meglio Sip) faceva il bello e il cattivo tempo (ora no?).
Gli girano le balle vedere questo maledetto cavo passare proprio sulla sua proprietà.
E gli creerà qualche problema con la gru.

Secondo motivo. Non l'ha certamente aiutato, ieri sera, vedere Striscia la notizia.
Ha scoperto che sponsor della trasmissione è l'odiato concorrente Oregon Scientific, che pubblicizza le proprie stazioncine meteo con le veline tutte agghindate.
La ditta di Baggiani, Ziel Italia, cosa farà ora? (intanto usare meno flash, che dà ai nervi, potrebbe dire qualcuno...).
Non lo sappiamo, ma non rientra nella loro politica di marketing la pubblicità in TV.

Come si consola Umberto?
Con la sua birra preferita, la Zahre, prodotta dall'amico titolare della AgriBeer di Sauris.
Quale beveva ieri sera? La Canapis, dal raffinato aroma di canapa.
Ce ne ha regalata qualche bottiglia.
Non male...

Tuesday, December 17, 2002


Help Baggiani gadgets

L'esito del nostro web-poll era prevedibile: il gadget preferito è risultato il calendario di Umberto e Alessandra, seguito dal plastico incendiabile.
Se il nostro team di creativi si dèsse una mossa, potrebbero entrambi essere disponibili per natale.
Il calendario, per quello che abbiamo visto, ci sembra un po' troppo hard per il nostro target (i creativi hanno un po' eccedetuto), mentre invece hanno risparmiato con l'innesco della miccia per il plastico, francamente troppo rapido.
Chi invece volesse il DVD con lo spot di Help Baggiani e il film del backstage, ci scriva, lo invieremo volentieri.
Tra breve, quindi, Help Baggiani Xmas Gadgets, solo qui.
Prenotateli.

Sunday, December 15, 2002


Report

Il 12 dicembre 2002 sarà una data storica per la famiglia Baggiani (Umberto e Alessandra).
Sono iniziati i lavori della futura casa!

cantiereB.JPG

Alle ore 13,37 le ruspe (il momento epico ha contagiato anche noi... veramente c'era una sola ruspa) hanno iniziato a demolire il vecchio fabbricato.
Umberto e Alessandra, visibilmente commossi e storditi, hanno seguito l'evento insieme all'Architetto.
Si, l'Architetto esiste (avevamo dubbi che realmente ci fosse un architetto che pazientemente seguisse le disgressioni dei Baggiani) e abbiamo le prove fotografiche della sua presenza in cantiere.
Umberto, fornito di regolare elmetto di sicurezza, ha assistito alle fasi della demolizione, mentre Alessandra inspiegabilmente si aggirava per il bosco in cerca di bacche e pigne.
Il tempo prometteva neve, invece ha portato l'Architetto che ha dato subito disposizioni precise all'impresario, ed ha predisposto personalmente il cartello dei lavori, come le norme prevedono.
Ad un certo punto Umberto, sprezzante del pericolo (la ruspa si stava già accanendo sul fienile) ha voluto per l'ultima volta entrare nella vecchia casa mentre Alessandrà gli urlava "attento Umba, è pericoloso...".
Quando poi l'Architetto ha spiegato che i mattoni che venivano buttati giù costavano "mille franchi" l'uno (ovvero 50 centesimi di euro), Umberto e Alessandra con impeto pauperistico hanno iniziato a raccoglierli, mentre l'Architetto borbottava "fanno tutti così, all'inizio...).
Le foto di questa memorabile giornata sono state inserite nella sezione Il cantiere.
Giornata memorabile, ma anche struggente, specialmente quando Umberto ha ordinato ad Antonella di portare tutti i giorni caffè caldo agli operai (anche se questi preferiscono carburarsi a cabernet). Che animo, però...
Ora Baggiani non può più tirarsi indietro. Il mattone è tratto...

Thursday, December 12, 2002


L'alunno Baggiani

da Giovanna

Sono stata professoressa di matematica di Umberto Baggiani, istituto di Ragioneria, sezione C, se non ricordo male.
Sono felice di sapere che sta bene e che ha fatto strada!
Un po' sono sorpresa, perché Umberto non era esattamente uno studente modello.
Studiava poco, se non mai, e mi ricordo che quando veniva interrogato iniziava a fare una sceneggiata: si metteva le mani nei capelli e guardava i compagni in attesa di suggerimenti, altrimenti non apriva bocca.
Credo venisse sempre rimandato in qualche materia.
Si era specializzato - mentre spiegavo - a fare la mosca. Ne imitava il brusio ruotando lo sguardo e poi fingeva di catturarla. Non si accorgeva che all'epoca era una gag molto frequente nelle classi...
Però era un ragazzo tanto educato e rispettoso.
Mi ricordo che suonava la chitarra e non disdegnava bere, come molti dei suoi amici.
Era il play-boy della scuola e si nascondeva nelle aule del collegio Marconi, adiacente al nostro istituto, ad amoreggiare con le fidanzate.
Ora ha messo la testa a posto e si sta facendo la casa. Sono contenta.
In bocca al lupo, Umberto!
Giovanna

Tuesday, December 10, 2002


Report

Ci segnalano di aver visto Umberto Baggiani ieri mattina iniziare la giornata con una serie di caffè macchiati alla grappa, anzi grappa macchiata dal caffè, ed uscire dal bar visibilmente euforico.
Un tentativo per affrontare l'arrivo del primo gelo della stagione?
Un modo per tirarsi su dopo una nottata di blues particolarmente affaticante?
In realtà pare fosse euforico perchè l'avevano informato che in finanziaria è stata prorogata la detrazione del 36% per le spese di ristrutturazione edilizia per tutto il 2003.
Intanto il cantiere comincia a movimentarsi, per la prima volta: ci segnalano infatti lavori di recinzione, sradicamento di piante e deposito di materiali.
Aria di fermento, che aumenta ancor di più la tensione del povero Baggiani.
L'anno visto aggirarsi per il cantiere borbottando "ma sto facendo la cosa giusta?"
Chissà a cosa si stava riferendo...

Sunday, December 08, 2002


Casa in legno. Perchè no?

da Paul Gross

Perchè non una bella casa di legno?
Ce ne sono di bellissime, a sistemi modulari, ad esempio quelle progettate da Matteo Thun.




















La prima foto è di una sua casa prodotta da Rubner, e si chiama Heidi's.
Questa è la pianta.
La seconda è prodotta da Griffner e credo si chiami "o sole mio".
Sicuramente verrà a costarvi meno di quella che avete in mente, è più ecologica, e in 4/5 settimane l'avrete già costruita.
Io ho fatto così, e ne sono veramente soddisfatto.
Pensaci, visto che non hai ancora iniziato i lavori, altrimenti alla fine avrai veramente due occhiaie come quelle del tuo simpatico promo per il WWF!


Thursday, December 05, 2002


Report

Il gran giorno sta per arrivare. Domani dovrebbero iniziare i lavori della futura casa Baggiani!
Tempo permettendo, però...
In effetti qui piove alla grande. Comunque domani i nostri fotografi saranno on site per immortalare Baggiani, elmetto di protezione giallo, sul caterpillar che demolisce e sbanca...