Help Baggiani!


dimora.gif




Il calendario 2003








Elettrosmog
Cosa deve fare Baggiani?

Far crescere l'edera sul traliccio
Mettere una carica esplosiva
Assumere l'avv. Ghedini
Utilizzare il traliccio per il jumping
Vendere la casa a H3G


Current Results

Help Baggiani gadgets!
Quali di questi gadgets vorresti trovare a Natale?

Il calendario di Umberto e Alessandra
Il DVD con i video di Help Baggiani!
Il salvadanaio con la faccia di Umberto
Il plastico incendiabile
L'agenda 2003-2006
Il coltellino salta metal detector
La stress ball con la faccia di Umberto
Il poster di Umberto piccino


Current Results
Umberto Baggiani all'Elba
Ha fatto bene ad andarsene?

Si, se avessi la moto lo farei anch'io
Si, ma con veri motociclisti
No, non si lascia Antonella da sola
No, dovrebbe occuparsi della casa


Current Results

NoDialer.gif

Friday, October 31, 2003


Molti nelle ultime settimane ci hanno scritto chiedendo se Help Baggiani! avesse chiuso o che fine avesse fatto Umberto Baggiani.
Vogliamo tranquillazzare tutti: non abbiamo chiuso e Umberto sta bene. Ora.
Si, perché fino a qualche tempo fa' Umberto stava un po' troppo somatizzando l'enorme stress per la costruzione della casa, il lavoro, la nuova barca, gli impegni musicali...
Cosi' abbiamo preferito attenerci ai suggerimenti del suo terapeuta e per un po' non abbiamo voluto occuparci pubblicamente dei problemi del cantiere.
Ma ora che Umberto è tornato in qua, procediamo con un aggiornamento sugli ultimi due mesi.
I lavori sono andati avanti benissimo e, come si puo' vedere dalle foto, la casa è praticamente conclusa.
Installato l'impianto di riscaldamento a pavimento, fatto il pavimento, finito da tempo il tetto e l'esterno, infissi e scuri sono già pronti per essere montati.

Ormai è una gara contro il tempo per far entrate Umberto e Alessandra nella nuova casa per natale.
Ma veniamo ai problemi.
Ci sono stati dei problemi con l'allacciamento del gas. E Umberto, che come tutti gli imprenditori non concepisce la burocrazia, stava per mandarli in mona. Anzi, deve anche averlo fatto, costringendolo cosi' a optare per uno scomodo quanto antiestetico bombolone.
Ma alla fine la cosa si è risolta ma non abbiamo ancora capito bene come.
Altro problema, la scala interna. Pare che ora ci si accorga che siano state sbagliate le misure per far passare la scala interna.
Cosi' com'è stata progettata taglierebbe in due una finestra sottostante, con grosso danno estetico. Facendola più ripida, l'altezza

utile per salire si abbassa notevolmente, con grosso danno alla testa di chi sale.
Questo si che è un bel problema. Umberto ha ricevuto un sacco di suggerimenti alternativi: una scala a chiocciola, pertiche come i pompieri, una rete come in marina, tanto per citare le idee più concrete.
Staremo a vedere. Intanto importante è farli entrare per natale e se anche non riusciranno a salire comodamente al primo piano si adatteranno.
Ultima annotazione.
L'Università di Upsala, in considerazione del fatto che Baggiani ha seguito personalmente e quotidianamente il cantiere per tutti i lavori, diventando cosi' il vero direttore dei lavori, lo ha proposto per il conferimento della laurea in architettura honoris causa.
Queste si che sono soddisfazioni, per un ragioniere...