Help Baggiani!


dimora.gif




Il calendario 2003








Elettrosmog
Cosa deve fare Baggiani?

Far crescere l'edera sul traliccio
Mettere una carica esplosiva
Assumere l'avv. Ghedini
Utilizzare il traliccio per il jumping
Vendere la casa a H3G


Current Results

Help Baggiani gadgets!
Quali di questi gadgets vorresti trovare a Natale?

Il calendario di Umberto e Alessandra
Il DVD con i video di Help Baggiani!
Il salvadanaio con la faccia di Umberto
Il plastico incendiabile
L'agenda 2003-2006
Il coltellino salta metal detector
La stress ball con la faccia di Umberto
Il poster di Umberto piccino


Current Results
Umberto Baggiani all'Elba
Ha fatto bene ad andarsene?

Si, se avessi la moto lo farei anch'io
Si, ma con veri motociclisti
No, non si lascia Antonella da sola
No, dovrebbe occuparsi della casa


Current Results

NoDialer.gif

Saturday, March 29, 2003


INSABBIAMO LA GUERRA!


BAGGIANI.gif


soldato.JPG

[DELETED]
[DELETED]
[DELETED]
[DELETED]
[DELETED]
[DELETED]
[DELETED]
[DELETED]

Tuesday, March 25, 2003


Chiuso per guerra

Monday, March 17, 2003


Baggiani alla ricerca della sauna

Ecco dov'era Baggiani a fine febbraio, mentre l'elettricista, l'idraulico e il tagliaboschi gli davano appuntamento in cantiere, lui ha preferito occuparsi di un problema più scottante: la sua futura sauna.

culi.JPG

Infatti Umberto e Alessandra sono andati in Alto Adige per testare alcune saune e prendere spunti per quella che hanno deciso di fare nella loro futura casa.
Nella sezione sauna tutta la storia e il reportage fotografico di questa ennesima disgressione della famiglia Baggiani.
Forse escluderemo le foto di Umberto nudo. Forse.

Thursday, March 13, 2003


Ancora idee per Help Baggiani!

Il contadino di vogliaditerra ha deciso anche lui di darci mano.
Tutto però dipende da quanta voglia avrà Rocco di farlo. Ecco cosa ci scrive.


Alla staff di Helpbaggiani.

Oggetto: concorso

Il sottoscritto contadino, dopo aver meditato a lungo su come fare un marketing di successo per voi, propone la seguente strategia (media- plan):
step one: Insegnerà a Rocco (vedi allegato) a ragliare "Helpbaggiani !!!" invece del suo noioso I-ahh. (Ci vorrà qualche settimana, salvo imprevisti e proteste degli animalisti.)
step two: Aspetterà che il vicinato lo noti.
step three: Coinvogligimento dei giornali locali; sono due: faranno a gara per lo scoop; Il momento ottimo per questa fase sarebbe verso metà estate, quando si verifica il solito mancare di notizie.
step four: Lancio del "miracolo" alla tivù, commenti del vaticano, discussioni nel consiglio dei ministri, stampa internazionale, CNN, ecc.
step five: Giro d'italia con l'asino rocco, spettacolo dal vivo, magari anche aumentando il suo repertorio (per esempio fargli ragliare anche il numero del conto corrente di Helpbaggiani...tutto secondo la dinamica degli eventi. Managing by intuition)
Aspettando la conferma di ammissione al concorso per questo suo progetto,
distinti saluti
il contadino

Wednesday, March 12, 2003


Report

Abbiamo parlato con Umberto Baggiani.
La storia della barca si ridimensiona. Intanto sarebbe stata acquistata con un gruppo di amici, e comunque si sarebbe fatto finanziare l'operazione.
In ogni caso, non se n'è fatto nulla. Un viaggio fin giù a Zara a vuoto.
Ci chiediamo: ma era il momento? Non c'è già troppa carne sul fuoco? Vuole farsi ricoverare a Villa Serena?

Tuesday, March 11, 2003


Baggiani ci bidona!
da Debora Tresoldi
Arrivati da Milano, Torino, Bologna per vedere i lavori della casa più sostenuta del momento...... Baggiani ci ha bidonato per andare a vedere un 13 metri!!!!!!!!!!
Ma non è che costruirà anche un laghetto dove ormeggiare il mostro ??? No perchè noi avremmo invece avuto l'idea di costruire una piscina naturale in quel bel boschetto con i mattoni recuperati dalla demolizione della casa..... ieri c'erano voci che affermavano di vedere benissimo l'Umberto con il capello sciolto mentre sguazza nella piscina sotto la cascatella che naturalmente deve essere inserita nella vasca....
D'altra parte il progetto della casa ha lasciato tutti senza parole...... ma non è che Umberto niente niente non vuole ospiti???? No perchè lì almeno un altro paio di stanze ci stavano.... io in quel buco tra il pian terreno e il tetto.... ho lo sviluppo di tutta casa mia!!!!!!! E così non si preoccupi l'Umba perchè tanto gli picchetteremo il giardino!!!!
E poi......... i bagni........ ragazzi due bagni in 230 mq di casa!!!!! Bea ha urlato terrorizzata all'idea...... almeno tre ci stavano........ e il riscaldamento???? Come farà il nostro Umberto a scaldare due stanze con 6 metri di soffitto libero????
Ma un aspetto positivo l'abbiamo subito visto: Umberto tutte le mattine potrà fare una sgambettata e avere il menù mattina e giornali appena arrivati sì..... all'Autogrill dietro casa.....!!!! Speriamo il nuovo governo non voglia costruire l'alta velocità per Trieste!!!!!
Auguri.....
Una sostenitrice .........

Sunday, March 09, 2003


La risposta dei sostenitori

In tempo reale, dopo che è stata diffusa la notizia della presunta trattativa di Umberto Baggiani per acquistarsi una barca a vela da 13 metri,
ci è stata inviata questa foto.
E' chiaro che i sostenitori di Help Baggiani! non l'hanno presa bene.
Staremo a vedere...

culi.JPG


LA FINE DI HELP BAGGIANI?

Potrebbe essere così, se fosse vera la notizia che abbiamo appena ricevuto.
Anche questo fine settimana Baggiani non è in cantiere.
Dov'è andato?
Pare sia in Croazia, e precisamente a Zara.
E' lì per trattare l'acquisto di una barca a vela, un Beneteau di 13 metri.
Se così fosse, che senso avrebbe continuare ad aiutare Umberto Baggiani?
Cosa ne penserebbero tutti coloro che lo hanno aiutato economicamente, con idee o semplicemente con piccoli gesti di affetto?
Non lo sappiamo proprio, tutto il nostro staff si sta chiedendo cosa fare.
Stiamo comunque cercando di contattarlo telefonicamente.

Saturday, March 08, 2003


The Professionals

Chi segue Baggiani in tutte le sue performances, sarà felice di sapere che è ormai da tempo online il web di uno dei due gruppi nei quali suona: The Professionals.
Lo trovate qui.
Ed esiste già anche il blog dei fan di questo gruppo, The Professionals Unofficial Blog, che lo trovate qui.
In ogni caso c'è da divertirsi.

Thursday, March 06, 2003


Euforico


Baggiani lo è.
Non piove da quasi due mesi, e ciò ha favorito l'alacre prosieguo dei lavori.
Nessun intoppo meteo ha permesso che rapidamente venissero tirati su i muri e, sabato scorso, sono state montate le capriate.
Il resto delle foto nella solita sezione cantiere.
Si potrebbe aprire una discussione sulla necessità di queste capriate e sullo spazio che hanno tolto al secondo piano.
Ma non ne abbiamo voglia (anche noi cominciamo ad essere un po' sfiniti).
Il punto è un'altro: sabato scorso Baggiani e la dolce Antonella non erano in cantiere. E nemmeno domenica.
Dov'erano?
Noi sappiamo dov'erano. Ne abbiamo le prove.
Alla prossima puntata.

Tuesday, March 04, 2003


Aneddoto catàrtico

Bruno Catarsi ha scelto il giorno più perfetto di questo secolo (03-03-03) per farsi vivo con noi.
Ecco cosa ne pensa dell'affaire Baggiani:


Egr. Ing. Stroke,

è buona norma non mettere il naso e neanche il becco nel cantiere altrui. Posso solo confessare di aver più volte deglutito rumorosamente e biascicato incredulo di fronte alle immagini in mondovisione della ri(de)strutturazione baggianesca. Gli architetti americani che hanno visitato il casale non m'ispirano grande fiducia, non foss'altro per la loro passione autostradale. Si aggirano sui ponteggi con l'aria soddisfatta dell'avvoltoio e sembrano pregustare il cumulo di macerie di un dopo-sisma. M'inquieterebbero se non fosse per l'espressione dell'Umberto Baggiani: calma , solare, sorridente nonostante siano già passati parecchi mesi dall'inizio dei lavori. Il buonumore infatti ha indubbie proprietà scaramatiche, allontana gli spiritelli dispettosi dei cantieri e favorisce una buona circolazione.
Il sorriso aiuta gli audaci, insomma (o qualcosa del genere).
Diverse volte ho potuto constatare gli effetti nefasti di un carattere incline al pessimismo e alla rassegnazione in campo edile. Il caso più eclatante riguardò una villetta bifamiliare acquistata da un melanconico professore d'umanistica materia desideroso di trasferirsi con la famiglia in un tranquillo sobborgo. L'edificio aveva solo una quindicina d'anni, perciò apparentemente richiedeva pochi interventi d'adeguamento e riparazione.
Invece, appena avviati i lavori, cominciarono a manifestarsi quelli che ad un esame superficiale potrebbero apparire come successioni casuali di contrattempi, ma che in realtà prefigurano un caso tipico di SFIGA PAZZESCA.
Era sufficiente TOCCARE una qualsiasi componente dell'abitazione perché questa cadesse in pezzi o rivelasse un'improcrastinabile necessità di restauro. I pavimenti e gli intonaci del pianterreno, l'impianti elettrico e quello idraulico, il bagno, il bagnetto di servizio, il tetto, gli infissi... niente sfuggì alla catastrofe.
Il buon professore non reagì. Si aggirava mesto tra i calcinacci di quella che era stata la sua casa, leopardianamente ingobbito sotto il peso della malasorte, emettendo tristi lai e sussultando ogni volta che le maestranze richiamavano la sua attenzione sull'ennesimo disastro.
Il tempo passava (nei vecchi film lo scorrere dei mesi è simbolizzato dai fogli di un calendario strappati dal vento, nel nostro caso sarebbe più adatta l'immagine di un libretto degli assegni che s'assottiglia inesorabile).
Tra artigiani e manovali serpeggiavano le prime dicerie superstiziose. Ci si chiedeva come mai la villetta attigua, gemella per data di edificazione e impresa costruttrice, godesse di ottima salute. Si cercavano motivazioni per la spaventosa invasione di processionarie che infestavano il giardino del professore con i loro peli urticanti e disdegnavano gli spazi verdi limitrofi.
Tuttavia i lavori volgevano al termine. Invece che rallegrarsene, il professore mugugnava dei pessimistici "Speriamo bene...". Mal gliene incolse.
Ero rimasto solo nel cantiere e m'affrettavo a completare gli ultimi ritocchi esterni, quando un suono di ruscellamento attirò la mia attenzione. Volsi lo sguardo inquieto tutt'intorno e vidi (sul mio onore, giuro che vidi) un GETTO D'ACQUA degno della Fontana di Trevi sgorgare da un LAMPIONCINO della facciata.
Per un attimo pensai alla fuga, poi la coscienza professionale ebbe il sopravvento. Tralascio di descrivere la reazione del professore (è sempre imbarazzante veder piangere un adulto) e le imponenti opere di demolizione/ricostruzione che comportò quell'inspiegabile difetto dell'impianto idraulico.
Dico solo: IN ALTO I CUORI, BAGGIANI!

Bruno
Giornale di Cantiere

Bruno Catarsi, elegantemente, lascia a noi il compito di saper leggere e interpretare, applicata al cantiere Baggiani, la sua storia.
D'altra parte, il suo cognome ci indica una strada obbligata, che porta alla purificazione o al rasserenamento delle passioni (in senso aristotelico), oppure al rilassamento della tensione e dell'ansia, ottenuto rivivendo gli eventi del passato, specialmente quelli repressi (in senso psicanalitico).
E questo ci porterà diretti a parlare della faccenda della sauna...

Monday, March 03, 2003


Prime idee


Tra i primi contributi ricevuti, uno dei più interessanti è quello di Josephine di Subtle.
Si riconosce perfettamente lo stile grafico di Subtle, non c'è che dire.
Pensiamo che - al momento - Josephine sta veramente rischiando di vincere il week-end a casa Baggiani, con sauna e tutto il resto.
E, a proposito della sauna, abbiamo grosse novità da diffondere, ma non è ancora il momento...
Continuate a mandarci le vostre idee per la t-shirt di Help Baggiani, prima che i giochi siano fatti!