Help Baggiani!


dimora.gif




Il calendario 2003








Elettrosmog
Cosa deve fare Baggiani?

Far crescere l'edera sul traliccio
Mettere una carica esplosiva
Assumere l'avv. Ghedini
Utilizzare il traliccio per il jumping
Vendere la casa a H3G


Current Results

Help Baggiani gadgets!
Quali di questi gadgets vorresti trovare a Natale?

Il calendario di Umberto e Alessandra
Il DVD con i video di Help Baggiani!
Il salvadanaio con la faccia di Umberto
Il plastico incendiabile
L'agenda 2003-2006
Il coltellino salta metal detector
La stress ball con la faccia di Umberto
Il poster di Umberto piccino


Current Results
Umberto Baggiani all'Elba
Ha fatto bene ad andarsene?

Si, se avessi la moto lo farei anch'io
Si, ma con veri motociclisti
No, non si lascia Antonella da sola
No, dovrebbe occuparsi della casa


Current Results

NoDialer.gif

Tuesday, April 20, 2004


Aneddoti?

Ormai sono trascorse un paio di settimane dall'insediamento dei Baggiani nella nuova casa, e già molti sono gli aneddoti da raccontare.
Il più X-file è quello accaduto ad Umberto la scorsa settimana. Umberto, nel cuore della notte, mentre dormiva appagato e felice, viene svegliato da qualcosa che gli solletica un orecchio. Si alza, va in bagno per vedere di cosa si tratta, ma non trova nulla di strano. Torna così a letto e nel dormiveglia trascorre la notte a grattarsi. Il giorno dopo sente qualcosa di strano dentro l'orecchio, ha come l'impressione di qualcosa che si muova dentro. E comincia fargli male. Finchè si decide di andare dal medico. Il suo medico personale non c'è, e menneno quello di famiglia. Si rivolge così alla dr.ssa Carlotta Van Meyer, otorinolaringoiatra e nota naturalista che, dopo un rapido esame dell'orecchio interessato, capisce subito di cosa si tratta.
Estrae così dall'orecchio di Umberto l'insetto fotografato qui a sinistra, che si era infilato fin dentro la tromba d'Eustachio. Cosa sarebbe successo se l'insetto avesse proseguito nel suo percorso fin dentro il cervello di Umberto? Fin dove sarebbe arrivato e, sopratutto, cosa vi avrebbe trovato?
Non avremo mai risposta a queste domande, nè le potremo più rivolgere al povero insetto che, dopo la sua avventura nella testa di Umberto, è stato immortalato in una cornice a mò di quadro e appeso sopra il letto di Umberto e Antonella.
Nuova forma d'arte? No, dice Umberto, monito per gli altri insetti della casa.
E sì, la vita in campagna è dura, hanno cominciato a realizzare i coniugi Baggiani. E non è ancora arrivata l'estate...
Altrettanto divertente anche quanto accaduto ad Alessandra aka Antonella.
Erano appena le 11 di mattina e se ne stava beatamente a letto. Meritatamente, aggiungiamo noi, considerato l'enorme lavoro svolto per distribuire il contenuto di centinaia di cartoni negli armadi, scaffali e mobili della casa.
Bene, se ne stava dunque a letto, quando sente (per la prima volta?) suonare all'ingresso.
Dimenticandosi di avere un citofono anche in camera, scende e risponde al citofono del piano terra.
Niente. Guarda fuori verso l'ingresso e non scorge nessuno. Sta per tornare a letto, che risuona il campanello. Riguarda fuori, niente. Stava già pensando a cosa poteva aver bevuto di così pessimo la sera prima che un'intuizione la folgora sulle scale: "abbiamo anche un'altro ingresso", pensa.
Guarda fuori verso quel lato e vede due agenti della polizia municipale.
Apre la porta ed esclama raggiuante: "Gradite un caffè?"
I due si guardano, osservano la casa, guardano Antonella e poi dicono: "Coma fa ad offrirci un caffè se questo è ancora un cantiere?"
"Come un cantiere - balbetta - se ormai ci abitiamo?"
"Questo è il punto, signora, voi ci abitate ma la casa non è ancora abitabile..."
"Ma noi paghiamo l'ICI..." riesce a proferire Alessandra.
Una piccola dimenticanza burocratica causata dal troppo precipitoso cambio di residenza dei coniugi Baggiani.
La morale è questa: la casa è ancora un cantiere, Umberto e Alessandra sono alla stregua di extracomunitari, e nella casa gli insetti si infilano dove cazzo vogliono.

orecchio2.jpg

Cerchiato in rosso il punto esatto in cui la dr.ssa Carlotta Van Meyer ha trovato il perfido insetto. Ma cosa sarebbe successo se invece della dr.ssa Carlotta Van Meyer avesse trovato un altro medico? Probabilmente questo.