Help Baggiani!


dimora.gif




Il calendario 2003








Elettrosmog
Cosa deve fare Baggiani?

Far crescere l'edera sul traliccio
Mettere una carica esplosiva
Assumere l'avv. Ghedini
Utilizzare il traliccio per il jumping
Vendere la casa a H3G


Current Results

Help Baggiani gadgets!
Quali di questi gadgets vorresti trovare a Natale?

Il calendario di Umberto e Alessandra
Il DVD con i video di Help Baggiani!
Il salvadanaio con la faccia di Umberto
Il plastico incendiabile
L'agenda 2003-2006
Il coltellino salta metal detector
La stress ball con la faccia di Umberto
Il poster di Umberto piccino


Current Results
Umberto Baggiani all'Elba
Ha fatto bene ad andarsene?

Si, se avessi la moto lo farei anch'io
Si, ma con veri motociclisti
No, non si lascia Antonella da sola
No, dovrebbe occuparsi della casa


Current Results

NoDialer.gif

Wednesday, June 30, 2004


Le verità nascoste di Paul

Abbiamo casualmente incontrato Paul, il dipintore di casa Baggiani. Per un po' di tempo era sparito, dopo aver terminato i lavori per Umberto e Alessandra. Aveva disperatamente bisogno di riposo, di liberare la mente, ci ha detto. Ora, di nuovo sereno, Paul è riuscito a fare due chiacchiere sull'esperienza a casa Baggiani anche se è chiaro che parlandone riaffiorano vecchi fantasmi che credeva di avere scacciato.

Paul.jpg

Prima di vedervi l'intervista a Paul, un paio di considerazioni.
Dalle parole di Paul si capisce che forse Umberto e Antonella hanno fatto delle simulazioni notturne, prima di andare ad abitare la casa. Hanno cioè provato a dormirci, magari col sacco a pelo, per capire se tutto era perfetto, se le scelte fatte erano quelle giuste. Ed hanno poi agito di conseguenza, apportando piccole modifiche ad esempio ai colori inizialmente scelti. Perfezionismo. Insicurezza. Follia. Chissà...
Noi la chiameremo semplicemente sindrome della camera lilla, lasciando ogni spiegazione agli architetti. O agli psichiatri, che è lo stesso.
Paul comunque pare ne sia uscito bene da questa esperienza. Ha ripreso a lavorare dopo qualche settimana di assoluto riposo. La mano non è ancora ferma come prima, ma almeno è tornato sereno com'era prima di lavorare per Umberto e Antonella.
Ora potete vedervi il video. Chi dispone di un collegamento adsl qui, gli altri invece qui.


cameralilla.JPG

La "camera lilla" com'è ora. Solo i mobili sono rimasti del lilla originario.

Tuesday, June 22, 2004


Pollice che?

Ricordate il Baggiani muratore? O il Baggiani falegname? Eh si, Umberto è un vero autodidatta. Non si scoraggia davanti a nessun ostacolo ed è fortemente risoluto a risolvere al meglio ogni problema. Ed avrà pensato che sarebbe stato così, una volta ultimata la casa, anche per il giardino. In fin dei conti, avrà concluso, sarà più difficile costruire una casa che sistemare un giardino. Cosa servirà mai? Un po' di terra (anche sabbiosa tanto è lo stesso), qualche seme (così a caso, tanto l'erba è erba) e acqua, che altro sarà necessario? Ecco qui sotto il risultato del suo lavoro.

orecchio2.jpg

No, non è una spiaggia selvaggia, nè il campo da calcio di San Siro, come potrebbe sembrare ad uno sguardo frettoloso. E' semplicemente il giardino di Umberto com'è oggi, il risultato della decisione "taglio del budeget alla voce giardino". Dopo lo svenamento per la malta antica, da qualche parte si doveva pur risparmiare. E, notate bene, quella che è cresciuta non è l'erba seminata, ma erbacce spontanee. Lo so, viene un po' di rabbia a pensare che con una casa così bella non si sia affidato a un vivaista serio per farsi consigliare correttamente. Intere domeniche trascorse a svangare, spostare terra, seminare pensando di risparmiare.
Ma forse inconsciamente questo è esattamente il risultato che Umberto voleva, terrorizzato com'è dall'idea dell'erba che cresce e dei tagli che comporta. Per mettersi la coscienza a posto alla fine ha chiesto il parere di un "esperto" che gli ha detto che è stato semplicemente sfortunato per la stagione matta, per la pioggia, per l'aumento del prezzo del petrolio, ecc. ecc.
Rassegnamoci così per quest'anno a vedere questa specie di campo di angurie. E non è detto comunque che non cresca spontaneamente qualcosa di buono, magari dei funghi allucinogeni che aiuteranno Umberto a credere di essere in un giardino inglese.
E se volete essere carini con Umberto, regalategli questo.


orecchio2.jpg

Friday, June 11, 2004


Dilemma

Ormai tutti sanno che Umberto è un uomo di sinistra. Oggi si direbbe progressista. Le sue simpatie politiche le possiamo facilmente immaginare. Un ulivista convinto, insomma. Un uomo che detesta i compromessi. Bianco o nero, mai grigio.
Ma non vorremmo però essere nei suoi panni, durante questo fine settimana, alle prese con le elezioni.
Non tanto per le elezioni europee, quanto per le amministrative.
Nel suo nuovo Comune di residenza, infatti, si scontrano due forze: il centro-destra con la lista Viva Fossalta, e il centro-sinistra con la lista Insieme per Fossalta. La fantasia al potere, in ogni caso, per quanto riguarda i nomi. Bene, chiunque potrebbe pensare che Umberto (e Antonella naturalmente) voterà quest'ultima lista.
Ma non è così facile. Anzi, non è proprio detto.
Nella lista di centro-sinistra, attualmente al potere, Umberto ha dovuto fare i conti con un assessore che non gli ha davvero facilitato la vita per la costruzione della casa (ricordate il misterioso uomo del caco?).
E siccome i lavori in una casa (e specialmente in quella di Baggiani) non sono mai finiti, non siamo davvero convinti che Umberto terrà fede al proprio istinto politico.

La lista Viva Fossalta

orecchio2.jpg


La lista Insieme per Fossalta

orecchio2.jpg


Proviamo ad ipotizzare alcuni scenari.
a) Umberto non andrà a votare, troppo occupato a sistemare il giardino
b) Umberto andrà a votare, ma solo per le europee
c) Umberto voterà in un modo per le europee e in un altro per le amministrative
d) Umberto voterà allo stesso modo per le europee e le amministrative

Insomma, di che colore troveremo lunedì la casa di Baggiani? Verde o azzurra?
Aiutiamo Umberto a risolvere questo dilemma. Mandateci i vostri suggerimenti.

Intanto, per facilitare l'analisi politica di Umberto, pubblichiamo uno stralcio da uno dei programmi (di quale lista sia non lo diciamo) che potrebbe essere di qualche interesse:
Nel campo della salvaguardia ambientale e della sicurezza idraulica [...] con il ripristino della stradina di San Carlo di Fratta, dopo l'ampliamento di un ettaro del bosco delle Roiate e la recente sistemazione di quasi 4 ettari a bosco e praterie vallive, di memoria nieviana, a Fratta è iniziato un intervento che prevede la realizzazione di un percorso ambientale tra il bosco delle Roiate di Fossalta e Fratta, in collaborazione con i Cacciatori e il Volontariato. Nel prossimo autunno è prevista la realizzazione del bosco planiziale di Sacilato-Stiago.

Thursday, June 10, 2004


Ma ora, i Baggiani sono felici?

orecchio2.jpg


Umberto e Alessandra da un paio di mesi abitano la loro casa.
Ed è venuto il momento di presentare le ultime foto, quelle della casa abitata, nella sezione The End.
Hanno aperto gli scatoloni che contenevano le loro cose più care, hanno cominciato a circondarsi di tutto ciò che li fa stare bene, rilassati, in pace con sè stessi, come questo sapone (foto sotto) che abbiamo trovato nel loro bagno. Dettagli, certo, ma non sono i dettagli che costellano e puntellano la nostra vita?
Molti (tutti coloro che ci seguono da mesi e che magari stanno per costruirsi casa) ci hanno chiesto come sono stati i primi giorni, quelli del trasloco, dell'insediamento, del riposizionamento della loro vita dopo una fatica durata più di due anni.
Qualche anima pia ci ha anche chiesto se sono felici.
Questo non sappiamo dirlo. Abbiamo però un video che è abbastanza significativo ed ognuno può trarre le proprie conclusioni. Chi dispone di un collegamento adsl può scaricare il video qui, i perditempo invece qui.
Che altro dire? Nulla.

orecchio2.jpg